giovedì 1 aprile 2010

63-Il temporale


Questa è troppo bella e devo raccontarvela.
Stanotte c'era un temporale e non riuscivo a dormire.
Mi sono vestito e mi sono seduto sotto un ramo un pò più grosso che mi riparava, anche se non totalmente, dalle goccie della pioggia.
Luminosissime saette si alternavano a fragorosi tuoni.
Un fulmine, come uno squarcio bianco in quel cielo nerissimo, e dopo qualche secondo il classico forte rumore.
Il tuono arrivava sempre qualche secondo in ritardo rispetto al fulmine ... che strana cosa pensavo.
Non mi ero accorto, tra tutti quei bagliori e rumori, che uno gnomo si era seduto accanto a me e che anche lui stava osservando quello spettacolo che la natura ci stava rappresentando.
"Bello vero?" dissi
"Molto" rispose
"Visto che stranissima cosa?" domandai "la saetta nasce insieme al tuono, ma noi lo vediamo prima di sentire il rumore"
"Perchè il temporale è lontano" ... certo non era di molte parole quello gnomo.
Poi riprese "non lo sapevi che la luce è più veloce del suono ? Non te lo hanno ancora insegnato a scuola ? E' per questo motivo che molte persone sembrano brillanti, almeno fino a che non aprono bocca per parlare"
Troppo bella!

10 commenti:

  1. hahaha questa mi sa che uno di questi giorni la usero' in qualche conversazione anch'io :)

    buona giornata
    stephanie

    RispondiElimina
  2. Ma quanto è saggio questo gnomo???
    :)
    e quante storie conosci tu???
    Devi essere un'eccezionale amico per chi non riesce a dormire... D'inverno, davanti un camino, col temporale fuori...Son certa che da bravo folletto riusciresti a far addormentare chiunque raccontando tutte queste belle storie!

    RispondiElimina
  3. Cara Dautretemp, si, ci riesco a far "addormentare" con le mie storie, l'impegno è quello di riuscire a far chiudere gli occhi con un sorriso, e non per noia.

    RispondiElimina
  4. Eccezionale! Grazie per esser passato da noi...appena torno la racconto ai bimbi...anzi la farò leggere qui da te!

    RispondiElimina
  5. Però rare volte accade anche il contrario. Persone cupe si rivelano brillanti, però la tengono all'interno la loro brillantezza, nascosta.
    Cmq non c'era nessun pesce d'aprile nel mio post :P!! é il mio compleanno davvero!

    Ciao ciao, Lalla

    RispondiElimina
  6. Geniale! Tagliante come sempre! :)

    RispondiElimina
  7. ok.. mi ricordo solo questo pezzo..

    "mmm.. non è che per caso hai trovato una bimba che girava sola sotto la pioggia? perchè il suo fratellino la stava cercando e aveva un po' paura a rimanere solo durante un temporale del genere.. non tutti sono come te, che consideri "molto bella" una tempesta simile.."

    a grandi linee era questo..

    RispondiElimina
  8. Tutti i bimbi hanno paura dei temporali, perchè ne percepiscono solo i rumori e le ombre, poi, con il tempo ti accorgi che il rumore serve ad attirare la tua attenzione e la luce a farti vedere quello che nel buio non avresti visto, e talvolta, anche i temporali, sono "belli".
    Se poi, nel bel mezzo del temporale, hai anche la possibilità di portare al sicura una piccola che si era persa, allora diventa "molto bello".

    RispondiElimina