mercoledì 31 dicembre 2014

220 - Fine o Inizio ?


Stà succedendo di nuovo. Puntualmente.

Anche quest'anno il nostro Vecchio Saggio del villaggio se ne andrà, lasciando il testimone ad un "Nuovo Vecchio", accadrà nel bel mezzo della notte, quando il buio sarà totale, scomparirà addentrandosi nel bosco, accompagnato dal suo fedele cagnolino e con una sola valigia (vecchia quanto lui ...).

Nella nostra comunità  i Vecchi Saggi si occupano di raccontare le storie ai bambini, ma a volte anche qualcuno di più adulto si sofferma ad ascoltare. Storie fantastiche che si alternano ad altre reali, tradizioni che si tramandano da Vecchio a Vecchio.

Peccato se ne vada così, quasi a testa bassa. In questo periodo mi ha insegnato tante cose, insegnamenti che difficilmente dimenticherò.
 
Nel momento in cui lui sparirà dalla nostra vista si farà avanti il Nuovo Vecchio Saggio e ci racconterà la sua prima storiella ... speriamo sia  portatrice di serenità.

***

Si dice che niente ha una fine se continua a vivere nella memoria.

Auguro quindi ad ognuno di noi che il  Vecchio 2014 abbia lasciato nei nostri cuori tracce indelebili che ci permettano di affrontare nel più corretto dei modi l'anno che stà per iniziare.


***


Poesia di Capodanno
di Pablo Neruda

Il giorno di Capodanno
 
Il primo giorno dell'anno

Lo distinguiamo dagli altri
come se fosse un cavallino
diverso da tutti i cavalli.
Gli adorniamo
la fronte con un nastro,gli posiamo sul collo sonagli colorati,e a mezzanotte lo andiamo a riceverecome se fosse un esploratoreche scende da una stella.
Come il pane, assomiglia al pane di ieri.
Come un anello a tutti gli anelli.
La terra accoglierà questo giorno

dorato, grigio, celeste,
lo dispiegherà in colline,
lo bagnerà con frecce
di trasparente pioggia
e poi, lo avvolgerà nell'ombra.
Eppure,
piccola porta della speranza,
nuovo giorno dell'anno,
sebbene tu sia uguale agli altri
come i pani a ogni altro pane,
ci prepariamo a viverti in altro modo,
ci prepariamo a mangiare, a fiorire, a sperare.
 




10 commenti:

  1. "Niente ha una fine se continua a vivere nella memoria" splendide parole e concordo pienamente!
    Bellissima la poesia di Pablo Neruda!
    Un abbraccio e Buon Fine Anno!
    Beatris

    RispondiElimina
  2. Un abbracio anche a te e tanti auguri

    RispondiElimina
  3. Ho fatto tanta fatica a seguire il Vecchio Saggio che sta per andare via, il suo insegnamento è stato uno tra più duri che abbia mai ricevuto e di sicuro non lo scorderò! :-)
    Tanti auguri Folletto !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo le esperienze non sono tutte positive, unica consolazione è che, con il tempo, ci accorgiamo che i momenti difficili ci hanno segnato, ma anche accresciuto, più di quelli facili.
      Auguri a te

      Elimina
  4. Grazie Folletto , buon 2015 anche a te pieno di gioia e serenita'

    RispondiElimina
  5. Verissimo: "come il pane assomiglia al pane di ieri" eppure lo aspettiamo carichi di speranza e di gioiosa festa.
    Io sono tra coloro ai quali il Capodanno mette una vena di malinconia in quanto, sebbene lo accolga con ottimismo, la mia attenzione è maggiormente rivolta al saggio che se ne va, bello o brutto che sia stato. Allora mi dico che giorni,mesi, anni, sono una nostra convenzione; nostro modo di misurare e temporalizzare e come tali, tutti meritano accoglienza speranza e riflessione. Buon Anno tutti i giorni dell'anno Folletto, perché ogni giorno è un Capodanno!

    RispondiElimina
  6. L'anno andato ci ha regalato comunque un anno vissuto...e già per questo dovremmo ringraziarlo.

    Bacio.

    RispondiElimina
  7. Ti Auguro un anno splendente che ti regali i suoi riflessi più belli e i suoi raggi più caldi ogni giorno, come se il sole splendesse sempre. Buon 2015, e che sia come lo vuoi tu. Auguri.!

    RispondiElimina
  8. Che quest'anno appena iniziato possa esaudire tutti i sogni che serbi nel cuore,
    auguri buon 2015
    Tiziano.

    RispondiElimina
  9. Io ti consiglio solo di scrivere, di non spezzare il legame con il mondo. Condividi e continua ad amare. Ciò ti renderà felice. Buon anno, Folletto!

    RispondiElimina