venerdì 11 giugno 2010

133-Occhio per occhio ...

Ho fatto una delle mie solite scappatelle in città, ad osservare i comportamenti delle persone.
Ho visto un ragazzino mangiare la sua merenda e poi buttare la carta a terra.
Mi sono precipitato verso di lui pensando gli fosse accidentalmente caduta.
"No, macchè caduta, lo fanno tutti, perchè dovre essere proprio io a gettarla nel cestino"
Più avanti un ragazzo più grande che con un oggetto appuntito stava graffiando le macchine in sosta.
"L'hanno graffiata anche a me, e così mi diverto a graffiare le altre"
Proprio in quel momento alle mie spalle è suonata una campanella.
Dei ragazzini stavano uscendo dalla scuola invadendo il marciapiede.
Su un lato uno di loro, robusto ed alto, stava malmenando un compagno decisamente più piccolo.
"Quando ero in prima, quelli più grandi di me, mi picchiavano sempre, adesso me la rifaccio io con quelli più piccoli"
Strano modo di vivere in questa città.
Ho chiesto spiegazioni nel mio villaggio ed un folletto più esperto di me mi ha spiegato che nelle città funziona così.
"E' una strana regola, non scritta, ma che molti rispettano; la chiamano occhio per occhio"
Da noi, nel bosco, non esiste una regola così ... occhio per occhio ... se in città continuano così ,alla fine il mondo diventa cieco!

4 commenti:

  1. Gli insegnamenti di Gandhi andrebbero impartiti insieme alle altre materie scolastiche. Ma gli insegnamenti da soli non bastano, ci vuole anche il buon esempio e la pratica continua da parte di chi dovrebbere essere un modello di riferimento per chi si affaccia al mondo.

    RispondiElimina
  2. Giulia, era grande il vecchietto ... purtroppo gli esempi li possiamo dare solo tra le mura di casa, basta uscire fuori e subito ci si scontra con la realtà che di gandhiano ha ben poco.
    Ma come sempre, non non ci arrendiamo

    RispondiElimina
  3. Cieco senza gambe né braccia...

    RispondiElimina
  4. Oltre a occhio per occhio, si dice anche dente per dente .... finiremo tutti ciechi a mangiare yogurt?? Mah, eppure pare faccia sentire molto appagati questo modo di fare ...

    RispondiElimina