martedì 7 gennaio 2014

211 - Carote e pomodori



C’è un vecchio nel villaggio, che poi tanto vecchio non è ma lo chiamano tutti così, che ogni anno, nel suo orticello, semina le carote.

Le cura amorevolmente, le segue in tutte le fasi di crescita, non le trascura mai, ma quando poi le raccoglie le regala e non ne mangia nemmeno una …

Un giorno gli chiesi il perché di questo strano comportamento e lui mi rispose che le carote non gli piacciono, lui vorrebbe tanto dei pomodori, di cui ne va ghiotto, ma “…. vengon solo carote!”    

Ho provato a spiegargli che se continua a piantare semi di carote non potrà mai ottenere pomodori, ma lui è testone e continua.

È iniziato il nuovo anno, anche io sono un gran testone, ma voglio provare a piantare un seme diverso, voglio smettere di fare sempre le stesse cose, così,  per vedere se il risultato cambia.



7 commenti:

  1. E sono sicura che cambierà ... vedrai!

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Sicuramente i cambiamenti i saranno ... E subito! Io amo viaggiare, ma soprattutto viaggi brevi, quelli fuori porta, ma, presa dalle mille incombenze di lavoro e di casa, me ne privo. Stop, mi sono sono detta. Entro gennaio si va in Assisi, oppure a Greccio e così sarà ... Il tempo speso per me stessa sarà tempo più ricco da donare gli altri! Vedremo: è solo un esempio. (ho cancellato il precedente commento perché zeppo di errori)
    Buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora non sono l'unico a litigare con la tastiera!

      Elimina
  4. Piantare "semi" nuovi... che bello. Di tanto in tanto lo faccio anch'io, perché la vita dev'essere una continua scoperta, non una commedia arrivata alla milionesima replica. Semi nuovi, nuova vita. Allora, buona nuova vita, Folletto!

    RispondiElimina
  5. mi sembra un ottimo inizio ed una storiella molto, molto esplicativa!

    RispondiElimina
  6. un saluto per segnalarti il mio passaggio

    RispondiElimina